La bananottera… in biblioteca!

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

PRIMO APPUNTAMENTO CON LA BANANOTTERA DI MARIA LUCIA RICCIOLI, ILLUSTRAZIONI MONICA SALADINO, VERBAVOLANT EDIZIONI. 

Ringrazio di cuore Lucilla Franzò, Luciana Pannuzzo e tutti gli amici della Biblioteca comunale Santa Lucia di Siracusa…

SECONDA LETTURA DEL BELLISSIMO RACCONTO DI MARIA LUCIA RICCIOLI.

LA BANANOTTERA
E non è finita, continuiamo!
ULTIMA LETTURA DELLA BANANOTTERA
E adesso siamo arrivati alla fine della storia. Spero vi sia piaciuta.
Nana, la mia dolce bananottera gialla la cui storia, illustrata da Monica Saladino, è stata pubblicata da VerbaVolant edizioni (grazie a Fausta Di Falco ed Elio Cannizzaro), ha nuotato per scuole e librerie, fiere e mercatini… tra i suoi luoghi preferiti, le biblioteche, luoghi dove le parole vengono custodite e rivivono grazie al lavoro dei bibliotecari.
Ringrazio di cuore due persone speciali che resteranno sempre nel mio cuore: Pino Pennisi e Tanina Zito, che sanno perché.
Qui avete ascoltato la voce di Lucilla Franzò che ha creduto fortemente in questa storia e ha voluto leggerla anche sui social.
Grazie.
A lei e a Luciana Pannuzzo, che ha reso la Biblioteca Santa Lucia una bella oasi.
Per il montaggio di questo video ringrazio Elaine Carmen Bonsangue.

 

L’allegra brigata – conclusione

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Il mio video per l’iniziativa…

Grazie.
Carissime amiche, carissimi amici,come forse saprete si è sciolta ieri la nostra allegra brigata: si è infatti conclusa la lettura collettiva a distanza del Decameron di Boccaccio. Ci consentirete dunque di essere un po’ nostalgici…

Si è trattato di una vera e propria impresa collettiva, che ha coinvolto tutte e tutti voi, e che siamo felici e orgogliosi di aver condiviso insieme: oltre 450 lettori e lettrici da tre continenti diversi, 59 giorni, 10 brani musicali inediti, 158 video per un totale di quasi 200 ore di girato, per quella che è la prima lettura completa del Decameron disponibile online.

È stato anche – e soprattutto – il nostro modo per stare vicini, per ritrovare amici e amiche lontani, e affrontare insieme un tempo inedito e drammatico. Il divertimento e la festa, che accompagnano sempre le nostre letture collettive, hanno convissuto, sin dai primi giorni, con l’angoscia e il dolore. Proprio come i dieci giovani protagonisti del Decameron, abbiamo provato a usare la letteratura come esorcismo. Ma proprio come nel Decameron, mentre molti e molte di noi avevano il privilegio di proteggersi nelle proprie case e nei propri mondi segreti, il dolore per la perdita, la paura di una fine serpeggiavano nei cuori di tanti.

Vorremmo ringraziarvi, di cuore, per aver accolto il nostro invito anche in un tempo così cupo: la vostra passione e il vostro impegno sono stati per noi una fonte continua di motivazione. Vi siamo grati, e speriamo che la nostra amicizia non finisca qui. Siamo grati anche alla Scuola Normale, che è stata ciò che è sempre: una luce che non si spegne, un esempio, una casa accogliente. Solo la vocazione civile e il lavoro creativo, appassionato e generoso di molti hanno permesso di immaginare, costruire e gestire questa impresa così complessa.

Al termine del Decameron, l’alba sveglia i giovani: è l’alba di un tempo nuovo, un’alba bellissima, illustrata per noi dal nostro amico Gipi. Anche noi, oggi, ci risvegliamo all’alba di un tempo parzialmente nuovo: e come sempre, la scomparsa dell’angoscia provata durante la notte ci porta sollievo e allegria. Ma durante questa notte, molte persone hanno perso la vita, i propri cari, un lavoro, una fonte di dignità. Quest’alba nuova, e questa lettura, sono dedicate a tutti e tutte loro.

Dove c’è buio e incertezza
ma insieme chiarore, incanto
dove c’è gioia, benché il dolore
sia pressoché lì accanto
e altrove, qua e là, in un altro luogo e ovunque
felicità nell’infelicità

il team delle Letture della Normale

Guarda il video del finale del «Decameron»
Vedi tutti i video della lettura
Esplora la mappa italiana delle provenienze dei lettori
Esplora la mappa mondiale delle provenienze dei lettori

All’iniziativa hanno preso parte lettori provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia e dall’estero; voci e video sono arrivati da ben tre continenti diversi, Europa, Asia, America – dall’Argentina a Dubai, dalla Germania a New York, da Los Angeles al Regno Unito. I dettagli su #NormaleNewshttps://bit.ly/2T6CN1D

https://www.facebook.com/scuolanormale/

La Normale ha organizzato le letture a distanza tramite i suoi canali social e il suo canale YouTube, per continuare a stare insieme nonostante l’isolamento. 450 I lettori coinvolti.

Pisa, 14 maggio 2020.

Si è conclusa martedì sera, 12 maggio, alle 21 la lettura collettiva a distanza del Decameron di Giovanni Boccaccio, promossa nello scorso mese di marzo dagli allievi e dalle allieve della Scuola Normale Superiore. La lettura rientra in una delle più note tradizioni della Normale, che ogni anno raduna a Pisa centinaia di lettori e lettrici per leggere insieme, ad alta voce, un capolavoro della letteratura italiana o straniera. Le Letture della Normale (questo il nome dell’iniziativa) sono anche un modo per creare una forma di socialità attorno alla cultura, per abbattere le barriere: tutti possono leggere, senza vincoli d’età, di genere, di provenienza.

Infatti hanno risposto all’ invito lettori provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia e dall’estero; voci e video sono arrivati da ben tre continenti diversi, Europa, Asia, America – dall’Argentina a Dubai, dalla Germania a New York, da Los Angeles al Regno Unito. Una lettura anche intergenerazionale: uomini e donne di tutte le età hanno offerto il loro contributo per dare voce ad un grande classico che si è rivelato straordinario terreno di incontro di volti, luoghi, età, mondi distanti ma per un momento così vicini.

La Normale ha organizzato la lettura tramite i suoi canali social e il suo canale YouTube: oltre 450 lettori e lettrici si sono uniti idealmente, e hanno prestato la loro voce alle pagine di Boccaccio.

Il risultato è stata una vera e propria maratona, della durata di 59 giorni: ogni giorno (comprese le domeniche, la Pasqua, il 25 aprile, il primo maggio), la Normale ha diffuso due o tre video, per un totale di 158 video e di quasi 200 ore di girato, tutte disponibili, ora, sul canale YouTube della Normale, in quella che è la prima lettura collettiva integrale del Decameron disponibile online.

Migliaia anche le visualizzazioni, con un pubblico molto vasto e affezionato: nei due mesi della lettura, il canale YouTube della Normale ha visto un balzo in avanti estremamente significativo nel numero degli iscritti. Tutti i video sono disponibili online, sul canale YouTube della Normale, in una playlist dedicata.

In più, in questa edizione virtuale le Letture sono state anche canto: dieci artisti della musica indipendente italiana hanno regalato alla Normale e a tutti i lettori e gli ascoltatori del Decameron dieci brani inediti, ognuno dei quali interpreta una delle dieci canzoni finali che concludono ciascuna giornata di novelle. Dal jazz (con Petra Magoni Frida Bollani Magoni) al rock indie (con Esterina e i Campos), dal folk (con la Serpe d’Oro) fino alla musica elettronica (con l’idolo del pubblico più giovane, Giancane). Questi dieci brani diverranno presto un disco: il primo cd che trasforma in musica le canzoni dei giovani protagonisti del Decameron.

Tra i molti doni arrivati dai molti amici delle Letture della Normale non c’è soltanto la musica: gli ultimi due tedofori della maratona sono stati infatti un grandissimo attore e un grandissimo artista. L’ultima pagina del Decameron è stata letta da Sandro Lombardi, attore otto volte premio Ubu, e l’alba che sorge su Firenze è stata illustrata dall’illustratore e regista Gipi, primo fumettista a essere finalista del premio Strega nel 2014.

Questa edizione virtuale delle Letture della Normale – di così straordinario impatto – è stata resa possibile dal lavoro di allieve ed allievi e alumni del corso ordinario e di perfezionamento della Scuola (Giorgio Di DomenicoEdoardo GalfrèFrancesco MorosiGiorgio MotisiDaniele MustoMargherita NimisMarcello ReggianiChiara SchiratoMarco Signori) con la guida e il coordinamento registico di Giovanni Guerrieri (I Sacchi di Sabbia) e il supporto tecnico al mixaggio audio e montaggio video di Andrea Freccioni (SNS).

In risposta alle recenti decisioni delle autorità italiane in merito all’emergenza covid-19, e nella speranza di ritrovarsi a settembre per la canonica lettura annuale, la Scuola Normale Superiore ha pensato di organizzare una lettura straordinaria: a distanza!

Il testo che leggeremo insieme a partire dalla metà di marzo è uno dei testi fondamentali della letteratura italiana, oggi piuttosto attuale: il «Decameron» di Giovanni Boccaccio. Proprio come i dieci protagonisti del Decameron, ci terremo compagnia – anche se a distanza – con le cento novelle, che ci racconteremo utilizzando le nuove tecnologie: ogni lettore e lettrice avrà un piccolo brano, che potrà leggere in video; una volta ricevuti i video, li legheremo insieme, e ogni giorno pubblicheremo due novelle sui canali social della SNS e sulla pagina Facebook delle Letture della Normale.

Naturalmente, non c’è limite al numero di partecipanti, e non ci sono capacità pregresse necessarie: come sempre, il bello è stare insieme, anche se a distanza! Se volete partecipare con noi a questa nuova impresa, SCRIVETE A DECAMERON@SNS.IT ENTRO E NON OLTRE LE ORE 24 DI LUNEDÌ 16 MARZO: a mano a mano che riceveremo le vostre adesioni, vi assegneremo un piccolo brano, con le istruzioni per partecipare e la data di consegna del vostro video.

#LaNormaleDaTe #iorestoacasa

Fino all’11 maggio due novelle al giorno dell’opera di Giovanni Boccaccio sulle pagine social della Scuola Normale.

Pisa, 16 marzo 2020.

Non saranno sette nobili ragazze e tre giovani uomini a far parte dell’allegra brigata che racconterà le 100 novelle del Decameron, ma molti di più. Sono oltre 300 le persone “reclutate” dall’Italia ma anche dall’estero per intraprendere la lettura, naturalmente a distanza, del capolavoro di Giovanni Boccaccio.

Da oggi lunedì 16 marzo fino a martedì 11 maggio  ogni giorno, sulla pagina Facebook delle Letture della Normale e sul canale YouTube saranno pubblicati i video girati da lettori e lettrici, per un totale di circa due novelle al giorno. La pubblicazione seguirà orari fissi (le 11, le 18,30 e talvolta anche le 15), illustrati nel programma generale delle letture. L’iniziativa si intitola, appunto, “L’allegra brigata, lettura collettiva a distanza del Decameron“.

Le “Letture della Normale” sono una lunga tradizione di condivisione e cultura. Ogni anno, gli allievi e le allieve della Scuola Normale organizzano una lettura collettiva dedicata a un grande capolavoro della letteratura, italiana o mondiale. L’ultima occasione si è verificata la scorsa estate nel Palazzo della Carovana della Normale, a Pisa, con gli Idilli le Operette morali di Leopardi.

Stavolta, come i giovani che nell’opera boccaccesca decidono di lasciare Firenze e rifugiarsi in campagna per sfuggire al contagio della peste e al degrado morale, i lettori e i fruitori intraprenderanno questa impresa, per riscoprire il piacere della lettura e dell’ascolto delle migliori pagine della letteratura italiana, e condividerlo insieme.

https://normalenews.sns.it/unallegra-brigata-di-300-persone-intraprende-da-oggi-la-lettura-del-decameron-a-distanza?fbclid=IwAR2ntG57Wts8WrNIq_U5mkscaXrjdqtClAFk3yOBYJBL_BEyJT5BuNYPMaI

Il testo è disponibile qui:

http://www.bibliotecaitaliana.it/testo/bibit000267?fbclid=IwAR0x4zB8e5YgiBGwIs1FPOreE8sTP-TuefoJKZPjEixn1dALL6UfEiuZE_8

Potevo non raccogliere questo invito?

https://www.facebook.com/scuolanormale/?__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARCKzkebeDADrWYmB35w5SwW1mfRcedRKFVPIWvlxCIg8ZFFi3qBW-m_0cwXYMBM4YjwEXhaG-PsHOYA

Fiera e felice di aver partecipato!

L’allegra brigata – decima giornata

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

All’iniziativa hanno preso parte lettori provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia e dall’estero; voci e video sono arrivati da ben tre continenti diversi, Europa, Asia, America – dall’Argentina a Dubai, dalla Germania a New York, da Los Angeles al Regno Unito. I dettagli su #NormaleNewshttps://bit.ly/2T6CN1D

https://www.facebook.com/scuolanormale/

La Normale ha organizzato le letture a distanza tramite i suoi canali social e il suo canale YouTube, per continuare a stare insieme nonostante l’isolamento. 450 I lettori coinvolti.

Pisa, 14 maggio 2020.

Si è conclusa martedì sera, 12 maggio, alle 21 la lettura collettiva a distanza del Decameron di Giovanni Boccaccio, promossa nello scorso mese di marzo dagli allievi e dalle allieve della Scuola Normale Superiore. La lettura rientra in una delle più note tradizioni della Normale, che ogni anno raduna a Pisa centinaia di lettori e lettrici per leggere insieme, ad alta voce, un capolavoro della letteratura italiana o straniera. Le Letture della Normale (questo il nome dell’iniziativa) sono anche un modo per creare una forma di socialità attorno alla cultura, per abbattere le barriere: tutti possono leggere, senza vincoli d’età, di genere, di provenienza.

Infatti hanno risposto all’ invito lettori provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia e dall’estero; voci e video sono arrivati da ben tre continenti diversi, Europa, Asia, America – dall’Argentina a Dubai, dalla Germania a New York, da Los Angeles al Regno Unito. Una lettura anche intergenerazionale: uomini e donne di tutte le età hanno offerto il loro contributo per dare voce ad un grande classico che si è rivelato straordinario terreno di incontro di volti, luoghi, età, mondi distanti ma per un momento così vicini.

La Normale ha organizzato la lettura tramite i suoi canali social e il suo canale YouTube: oltre 450 lettori e lettrici si sono uniti idealmente, e hanno prestato la loro voce alle pagine di Boccaccio.

Il risultato è stata una vera e propria maratona, della durata di 59 giorni: ogni giorno (comprese le domeniche, la Pasqua, il 25 aprile, il primo maggio), la Normale ha diffuso due o tre video, per un totale di 158 video e di quasi 200 ore di girato, tutte disponibili, ora, sul canale YouTube della Normale, in quella che è la prima lettura collettiva integrale del Decameron disponibile online.

Migliaia anche le visualizzazioni, con un pubblico molto vasto e affezionato: nei due mesi della lettura, il canale YouTube della Normale ha visto un balzo in avanti estremamente significativo nel numero degli iscritti. Tutti i video sono disponibili online, sul canale YouTube della Normale, in una playlist dedicata.

In più, in questa edizione virtuale le Letture sono state anche canto: dieci artisti della musica indipendente italiana hanno regalato alla Normale e a tutti i lettori e gli ascoltatori del Decameron dieci brani inediti, ognuno dei quali interpreta una delle dieci canzoni finali che concludono ciascuna giornata di novelle. Dal jazz (con Petra Magoni Frida Bollani Magoni) al rock indie (con Esterina e i Campos), dal folk (con la Serpe d’Oro) fino alla musica elettronica (con l’idolo del pubblico più giovane, Giancane). Questi dieci brani diverranno presto un disco: il primo cd che trasforma in musica le canzoni dei giovani protagonisti del Decameron.

Tra i molti doni arrivati dai molti amici delle Letture della Normale non c’è soltanto la musica: gli ultimi due tedofori della maratona sono stati infatti un grandissimo attore e un grandissimo artista. L’ultima pagina del Decameron è stata letta da Sandro Lombardi, attore otto volte premio Ubu, e l’alba che sorge su Firenze è stata illustrata dall’illustratore e regista Gipi, primo fumettista a essere finalista del premio Strega nel 2014.

Questa edizione virtuale delle Letture della Normale – di così straordinario impatto – è stata resa possibile dal lavoro di allieve ed allievi e alumni del corso ordinario e di perfezionamento della Scuola (Giorgio Di DomenicoEdoardo GalfrèFrancesco MorosiGiorgio MotisiDaniele MustoMargherita NimisMarcello ReggianiChiara SchiratoMarco Signori) con la guida e il coordinamento registico di Giovanni Guerrieri (I Sacchi di Sabbia) e il supporto tecnico al mixaggio audio e montaggio video di Andrea Freccioni (SNS).

In risposta alle recenti decisioni delle autorità italiane in merito all’emergenza covid-19, e nella speranza di ritrovarsi a settembre per la canonica lettura annuale, la Scuola Normale Superiore ha pensato di organizzare una lettura straordinaria: a distanza!

Il testo che leggeremo insieme a partire dalla metà di marzo è uno dei testi fondamentali della letteratura italiana, oggi piuttosto attuale: il «Decameron» di Giovanni Boccaccio. Proprio come i dieci protagonisti del Decameron, ci terremo compagnia – anche se a distanza – con le cento novelle, che ci racconteremo utilizzando le nuove tecnologie: ogni lettore e lettrice avrà un piccolo brano, che potrà leggere in video; una volta ricevuti i video, li legheremo insieme, e ogni giorno pubblicheremo due novelle sui canali social della SNS e sulla pagina Facebook delle Letture della Normale.

Naturalmente, non c’è limite al numero di partecipanti, e non ci sono capacità pregresse necessarie: come sempre, il bello è stare insieme, anche se a distanza! Se volete partecipare con noi a questa nuova impresa, SCRIVETE A DECAMERON@SNS.IT ENTRO E NON OLTRE LE ORE 24 DI LUNEDÌ 16 MARZO: a mano a mano che riceveremo le vostre adesioni, vi assegneremo un piccolo brano, con le istruzioni per partecipare e la data di consegna del vostro video.

#LaNormaleDaTe #iorestoacasa

Fino all’11 maggio due novelle al giorno dell’opera di Giovanni Boccaccio sulle pagine social della Scuola Normale.

Pisa, 16 marzo 2020.

Non saranno sette nobili ragazze e tre giovani uomini a far parte dell’allegra brigata che racconterà le 100 novelle del Decameron, ma molti di più. Sono oltre 300 le persone “reclutate” dall’Italia ma anche dall’estero per intraprendere la lettura, naturalmente a distanza, del capolavoro di Giovanni Boccaccio.

Da oggi lunedì 16 marzo fino a martedì 11 maggio  ogni giorno, sulla pagina Facebook delle Letture della Normale e sul canale YouTube saranno pubblicati i video girati da lettori e lettrici, per un totale di circa due novelle al giorno. La pubblicazione seguirà orari fissi (le 11, le 18,30 e talvolta anche le 15), illustrati nel programma generale delle letture. L’iniziativa si intitola, appunto, “L’allegra brigata, lettura collettiva a distanza del Decameron“.

Le “Letture della Normale” sono una lunga tradizione di condivisione e cultura. Ogni anno, gli allievi e le allieve della Scuola Normale organizzano una lettura collettiva dedicata a un grande capolavoro della letteratura, italiana o mondiale. L’ultima occasione si è verificata la scorsa estate nel Palazzo della Carovana della Normale, a Pisa, con gli Idilli le Operette morali di Leopardi.

Stavolta, come i giovani che nell’opera boccaccesca decidono di lasciare Firenze e rifugiarsi in campagna per sfuggire al contagio della peste e al degrado morale, i lettori e i fruitori intraprenderanno questa impresa, per riscoprire il piacere della lettura e dell’ascolto delle migliori pagine della letteratura italiana, e condividerlo insieme.

https://normalenews.sns.it/unallegra-brigata-di-300-persone-intraprende-da-oggi-la-lettura-del-decameron-a-distanza?fbclid=IwAR2ntG57Wts8WrNIq_U5mkscaXrjdqtClAFk3yOBYJBL_BEyJT5BuNYPMaI

Il testo è disponibile qui:

http://www.bibliotecaitaliana.it/testo/bibit000267?fbclid=IwAR0x4zB8e5YgiBGwIs1FPOreE8sTP-TuefoJKZPjEixn1dALL6UfEiuZE_8

Potevo non raccogliere questo invito?

https://www.facebook.com/scuolanormale/?__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARCKzkebeDADrWYmB35w5SwW1mfRcedRKFVPIWvlxCIg8ZFFi3qBW-m_0cwXYMBM4YjwEXhaG-PsHOYA

https://www.facebook.com/scuolanormale/

Ecco la decima giornata…

#LaNormaleDaTe #iorestoacasa

 

L’allegra brigata – nona giornata

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Il mio video per l’iniziativa…

All’iniziativa hanno preso parte lettori provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia e dall’estero; voci e video sono arrivati da ben tre continenti diversi, Europa, Asia, America – dall’Argentina a Dubai, dalla Germania a New York, da Los Angeles al Regno Unito. I dettagli su #NormaleNewshttps://bit.ly/2T6CN1D

https://www.facebook.com/scuolanormale/

La Normale ha organizzato le letture a distanza tramite i suoi canali social e il suo canale YouTube, per continuare a stare insieme nonostante l’isolamento. 450 I lettori coinvolti.

Pisa, 14 maggio 2020.

Si è conclusa martedì sera, 12 maggio, alle 21 la lettura collettiva a distanza del Decameron di Giovanni Boccaccio, promossa nello scorso mese di marzo dagli allievi e dalle allieve della Scuola Normale Superiore. La lettura rientra in una delle più note tradizioni della Normale, che ogni anno raduna a Pisa centinaia di lettori e lettrici per leggere insieme, ad alta voce, un capolavoro della letteratura italiana o straniera. Le Letture della Normale (questo il nome dell’iniziativa) sono anche un modo per creare una forma di socialità attorno alla cultura, per abbattere le barriere: tutti possono leggere, senza vincoli d’età, di genere, di provenienza.

Infatti hanno risposto all’ invito lettori provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia e dall’estero; voci e video sono arrivati da ben tre continenti diversi, Europa, Asia, America – dall’Argentina a Dubai, dalla Germania a New York, da Los Angeles al Regno Unito. Una lettura anche intergenerazionale: uomini e donne di tutte le età hanno offerto il loro contributo per dare voce ad un grande classico che si è rivelato straordinario terreno di incontro di volti, luoghi, età, mondi distanti ma per un momento così vicini.

La Normale ha organizzato la lettura tramite i suoi canali social e il suo canale YouTube: oltre 450 lettori e lettrici si sono uniti idealmente, e hanno prestato la loro voce alle pagine di Boccaccio.

Il risultato è stata una vera e propria maratona, della durata di 59 giorni: ogni giorno (comprese le domeniche, la Pasqua, il 25 aprile, il primo maggio), la Normale ha diffuso due o tre video, per un totale di 158 video e di quasi 200 ore di girato, tutte disponibili, ora, sul canale YouTube della Normale, in quella che è la prima lettura collettiva integrale del Decameron disponibile online.

Migliaia anche le visualizzazioni, con un pubblico molto vasto e affezionato: nei due mesi della lettura, il canale YouTube della Normale ha visto un balzo in avanti estremamente significativo nel numero degli iscritti. Tutti i video sono disponibili online, sul canale YouTube della Normale, in una playlist dedicata.

In più, in questa edizione virtuale le Letture sono state anche canto: dieci artisti della musica indipendente italiana hanno regalato alla Normale e a tutti i lettori e gli ascoltatori del Decameron dieci brani inediti, ognuno dei quali interpreta una delle dieci canzoni finali che concludono ciascuna giornata di novelle. Dal jazz (con Petra Magoni Frida Bollani Magoni) al rock indie (con Esterina e i Campos), dal folk (con la Serpe d’Oro) fino alla musica elettronica (con l’idolo del pubblico più giovane, Giancane). Questi dieci brani diverranno presto un disco: il primo cd che trasforma in musica le canzoni dei giovani protagonisti del Decameron.

Tra i molti doni arrivati dai molti amici delle Letture della Normale non c’è soltanto la musica: gli ultimi due tedofori della maratona sono stati infatti un grandissimo attore e un grandissimo artista. L’ultima pagina del Decameron è stata letta da Sandro Lombardi, attore otto volte premio Ubu, e l’alba che sorge su Firenze è stata illustrata dall’illustratore e regista Gipi, primo fumettista a essere finalista del premio Strega nel 2014.

Questa edizione virtuale delle Letture della Normale – di così straordinario impatto – è stata resa possibile dal lavoro di allieve ed allievi e alumni del corso ordinario e di perfezionamento della Scuola (Giorgio Di DomenicoEdoardo GalfrèFrancesco MorosiGiorgio MotisiDaniele MustoMargherita NimisMarcello ReggianiChiara SchiratoMarco Signori) con la guida e il coordinamento registico di Giovanni Guerrieri (I Sacchi di Sabbia) e il supporto tecnico al mixaggio audio e montaggio video di Andrea Freccioni (SNS).

In risposta alle recenti decisioni delle autorità italiane in merito all’emergenza covid-19, e nella speranza di ritrovarsi a settembre per la canonica lettura annuale, la Scuola Normale Superiore ha pensato di organizzare una lettura straordinaria: a distanza!

Il testo che leggeremo insieme a partire dalla metà di marzo è uno dei testi fondamentali della letteratura italiana, oggi piuttosto attuale: il «Decameron» di Giovanni Boccaccio. Proprio come i dieci protagonisti del Decameron, ci terremo compagnia – anche se a distanza – con le cento novelle, che ci racconteremo utilizzando le nuove tecnologie: ogni lettore e lettrice avrà un piccolo brano, che potrà leggere in video; una volta ricevuti i video, li legheremo insieme, e ogni giorno pubblicheremo due novelle sui canali social della SNS e sulla pagina Facebook delle Letture della Normale.

Naturalmente, non c’è limite al numero di partecipanti, e non ci sono capacità pregresse necessarie: come sempre, il bello è stare insieme, anche se a distanza! Se volete partecipare con noi a questa nuova impresa, SCRIVETE A DECAMERON@SNS.IT ENTRO E NON OLTRE LE ORE 24 DI LUNEDÌ 16 MARZO: a mano a mano che riceveremo le vostre adesioni, vi assegneremo un piccolo brano, con le istruzioni per partecipare e la data di consegna del vostro video.

#LaNormaleDaTe #iorestoacasa

Fino all’11 maggio due novelle al giorno dell’opera di Giovanni Boccaccio sulle pagine social della Scuola Normale.

Pisa, 16 marzo 2020.

Non saranno sette nobili ragazze e tre giovani uomini a far parte dell’allegra brigata che racconterà le 100 novelle del Decameron, ma molti di più. Sono oltre 300 le persone “reclutate” dall’Italia ma anche dall’estero per intraprendere la lettura, naturalmente a distanza, del capolavoro di Giovanni Boccaccio.

Da oggi lunedì 16 marzo fino a martedì 11 maggio  ogni giorno, sulla pagina Facebook delle Letture della Normale e sul canale YouTube saranno pubblicati i video girati da lettori e lettrici, per un totale di circa due novelle al giorno. La pubblicazione seguirà orari fissi (le 11, le 18,30 e talvolta anche le 15), illustrati nel programma generale delle letture. L’iniziativa si intitola, appunto, “L’allegra brigata, lettura collettiva a distanza del Decameron“.

Le “Letture della Normale” sono una lunga tradizione di condivisione e cultura. Ogni anno, gli allievi e le allieve della Scuola Normale organizzano una lettura collettiva dedicata a un grande capolavoro della letteratura, italiana o mondiale. L’ultima occasione si è verificata la scorsa estate nel Palazzo della Carovana della Normale, a Pisa, con gli Idilli le Operette morali di Leopardi.

Stavolta, come i giovani che nell’opera boccaccesca decidono di lasciare Firenze e rifugiarsi in campagna per sfuggire al contagio della peste e al degrado morale, i lettori e i fruitori intraprenderanno questa impresa, per riscoprire il piacere della lettura e dell’ascolto delle migliori pagine della letteratura italiana, e condividerlo insieme.

https://normalenews.sns.it/unallegra-brigata-di-300-persone-intraprende-da-oggi-la-lettura-del-decameron-a-distanza?fbclid=IwAR2ntG57Wts8WrNIq_U5mkscaXrjdqtClAFk3yOBYJBL_BEyJT5BuNYPMaI

Il testo è disponibile qui:

http://www.bibliotecaitaliana.it/testo/bibit000267?fbclid=IwAR0x4zB8e5YgiBGwIs1FPOreE8sTP-TuefoJKZPjEixn1dALL6UfEiuZE_8

Potevo non raccogliere questo invito?

https://www.facebook.com/scuolanormale/?__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARCKzkebeDADrWYmB35w5SwW1mfRcedRKFVPIWvlxCIg8ZFFi3qBW-m_0cwXYMBM4YjwEXhaG-PsHOYA

https://www.facebook.com/scuolanormale/

Ecco la nona giornata…

#LaNormaleDaTe #iorestoacasa

 

L’allegra brigata – ottava giornata

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

In risposta alle recenti decisioni delle autorità italiane in merito all’emergenza covid-19, e nella speranza di ritrovarsi a settembre per la canonica lettura annuale, la Scuola Normale Superiore ha pensato di organizzare una lettura straordinaria: a distanza!

Il testo che leggeremo insieme a partire dalla metà di marzo è uno dei testi fondamentali della letteratura italiana, oggi piuttosto attuale: il «Decameron» di Giovanni Boccaccio. Proprio come i dieci protagonisti del Decameron, ci terremo compagnia – anche se a distanza – con le cento novelle, che ci racconteremo utilizzando le nuove tecnologie: ogni lettore e lettrice avrà un piccolo brano, che potrà leggere in video; una volta ricevuti i video, li legheremo insieme, e ogni giorno pubblicheremo due novelle sui canali social della SNS e sulla pagina Facebook delle Letture della Normale.

Naturalmente, non c’è limite al numero di partecipanti, e non ci sono capacità pregresse necessarie: come sempre, il bello è stare insieme, anche se a distanza! Se volete partecipare con noi a questa nuova impresa, SCRIVETE A DECAMERON@SNS.IT ENTRO E NON OLTRE LE ORE 24 DI LUNEDÌ 16 MARZO: a mano a mano che riceveremo le vostre adesioni, vi assegneremo un piccolo brano, con le istruzioni per partecipare e la data di consegna del vostro video.

#LaNormaleDaTe #iorestoacasa

Fino all’11 maggio due novelle al giorno dell’opera di Giovanni Boccaccio sulle pagine social della Scuola Normale.

Pisa, 16 marzo 2020.

Non saranno sette nobili ragazze e tre giovani uomini a far parte dell’allegra brigata che racconterà le 100 novelle del Decameron, ma molti di più. Sono oltre 300 le persone “reclutate” dall’Italia ma anche dall’estero per intraprendere la lettura, naturalmente a distanza, del capolavoro di Giovanni Boccaccio.

Da oggi lunedì 16 marzo fino a martedì 11 maggio  ogni giorno, sulla pagina Facebook delle Letture della Normale e sul canale YouTube saranno pubblicati i video girati da lettori e lettrici, per un totale di circa due novelle al giorno. La pubblicazione seguirà orari fissi (le 11, le 18,30 e talvolta anche le 15), illustrati nel programma generale delle letture. L’iniziativa si intitola, appunto, “L’allegra brigata, lettura collettiva a distanza del Decameron“.

Le “Letture della Normale” sono una lunga tradizione di condivisione e cultura. Ogni anno, gli allievi e le allieve della Scuola Normale organizzano una lettura collettiva dedicata a un grande capolavoro della letteratura, italiana o mondiale. L’ultima occasione si è verificata la scorsa estate nel Palazzo della Carovana della Normale, a Pisa, con gli Idilli le Operette morali di Leopardi.

Stavolta, come i giovani che nell’opera boccaccesca decidono di lasciare Firenze e rifugiarsi in campagna per sfuggire al contagio della peste e al degrado morale, i lettori e i fruitori intraprenderanno questa impresa, per riscoprire il piacere della lettura e dell’ascolto delle migliori pagine della letteratura italiana, e condividerlo insieme.

https://normalenews.sns.it/unallegra-brigata-di-300-persone-intraprende-da-oggi-la-lettura-del-decameron-a-distanza?fbclid=IwAR2ntG57Wts8WrNIq_U5mkscaXrjdqtClAFk3yOBYJBL_BEyJT5BuNYPMaI

Il testo è disponibile qui:

http://www.bibliotecaitaliana.it/testo/bibit000267?fbclid=IwAR0x4zB8e5YgiBGwIs1FPOreE8sTP-TuefoJKZPjEixn1dALL6UfEiuZE_8

Potevo non raccogliere questo invito?

https://www.facebook.com/scuolanormale/?__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARCKzkebeDADrWYmB35w5SwW1mfRcedRKFVPIWvlxCIg8ZFFi3qBW-m_0cwXYMBM4YjwEXhaG-PsHOYA

https://www.facebook.com/scuolanormale/

Ecco l’ottava giornata…

#LaNormaleDaTe #iorestoacasa

 

 

 

 

 

 

Leggi con Jane…

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L'immagine può contenere: una o più persone

In questo tempo di pandemia non ho conosciuto la noia per tanti motivi… non ultima, la mia voglia di mettermi in gioco e divertirmi facendo musica, leggendo e scrivendo.

Ho quindi colto al volo la simpatica iniziativa di questo gruppo spagnolo dedicato ad una delle mie scrittrici dell’anima, Jane Austen.

In occasione del 18esimo anniversario del gruppo, una sfida “lettoria”.

Come sottrarmi?

🙂

Desde hace semanas, hemos visto nuestra vida cotidiana cambiar. En el mejor de los casos, sólo tenemos que quedarnos en casa mientras la angustia por el futuro y por los nuestros nos llega a diario. En otros, la pérdida de un ser querido, su ingreso en hospital o hacer un trabajo en el que se arriesga a diario.

El mundo como lo conocemos es diferente. Y nos tenemos que adaptar a tiempos que nos acercan a otros momentos que ya han sufrido los seres humanos en el pasado. Sin olvidar la esperanza, la fe y la caridad para con los demás, tenemos que luchar por seguir adelante y no hundirnos en la tristeza, ayudar al que está pasado un trago amargo y pensar en un mundo en el que volveremos a abrazarnos.

Aunque hemos debido cancelar o retrasar diferentes eventos programados para este año, queremos mantener la celebración de nuestro 18 aniversario con el siguiente tema «Lee con Jane«, algo a lo que le llevamos dando vueltas desde hace días, y que participéis. Así que aquí os dejamos los reglas:

– Hay que grabarse en vídeo leyendo un fragmento de Jane Austen, que nos mandaréis vía correo o Redes Sociales. La duración será de menos de 5 minutos.
– El fragmento será uno que os diremos previamente. Para ello, tenéis que escribir un correo a sitiojane@gmail.com o comunicarnos a través de nuestras RRSS con el título «Lee con Jane Austen». La fecha límite para pedir la participación es el 3 de mayo.
– Los primeros en mandar su petición de participación, recibirán los trozos «más populares».
– El 5 de mayo (nuestro Aniversario), se os dirá el trocito que debéis leer.
– Tenéis que ir mandándolos de vuelta antes del 31 de mayo. Según se vayan recibiendo iremos publicándolos. Nuestra idea es llenar mayo de lectores austenitas .
– Animamos a que seáis originales y creativos en vuestra puesta de escena. No es la primera vez que recibímos vídeos con dibujos o clips de Playmobil.
– Entre los participantes, se sortearán libros electrónicos (no lectores electrónicos). Se sortearán 5 libros de un valor estimado de 10€ cada uno (o varios libros de valor equivalente).

Como ejemplo, os dejamos este vídeo de ALIANZA EDITORIAL que casualmente publicó ayer en su Instagram, para que tengáis la idea.
https://www.instagram.com/p/B_RlrDZIZcc/

¡Gracias por participar! 🙂

https://www.janeausten.org.es/…/lee-con-jane-celebra-nuest…/

Grazie in particolare a Carmen e Almudena.

Ecco il mio video…

Maria Lucia, desde Siracusa, en la conocida isla italiana de Sicilia, nos manda un besito y nos habla en esta lectura de los celos y su tormento a través de este diálogo entre Henry Tilney y la inocente Catherine Morland en el capítulo 19 de La Abadía de Northanger  Grazie!

Aquí os dejamos el fragmento en español:
“- Mi hermano lo sabe — contestó lacónicamente Henry .
– ¿Que lo sabe?¿Y aun así insiste en su propósito?
Henry no respondió y trató de cambiar de tema, pero Catherine no se arredró.
– ¿Por qué no lo convence usted de que se marche? Mientras más tiempo se quede, peor será. Le suplico que le diga a su hermano que se vaya, en su bien y en el de todos. La ausencia le devolverá la tranquilidad; en cambio, si permanece aquí será cada vez más desgraciado.
Henry se limitó a sonreír y a decir:
– No creo que mi hermano pretenda tal cosa.
– Entonces le dirá usted que se marche, ¿verdad?
– No está en mi poder el convencerlo, y perdóneme si le digo que ni siquiera puedo intentarlo. Y a le he dicho que Miss Thorpe está prometida, pero él insiste, y considero que tiene derecho a hacerlo.
– No es posible—exclamó Catherine—. No es posible que mantenga su conducta sabiendo el dolor que causa a mi hermano. James no me ha dicho nada, pero estoy segura de que está sufriendo.
– ¿Y está usted completamente segura de que mi hermano es culpable de ello?
– Completamente.
– Veamos. ¿Qué es lo que causa ese dolor, las atenciones de mi hermano para con Miss Thorpe o el agrado con que ella las recibe?
– ¿Acaso no es lo mismo?
– No. Y creo que Mr. Morland opinaría que existe una gran diferencia. A ningún hombre le molesta que la mujer amada despierte admiración en otros hombres; pero la mujer sí puede convertir esa admiración en un tormento.

I gruppi di lettura della Libreria Fenice su La Sicilia di ieri, 17 marzo 2020. Un esempio di cultura che non si ferma.

https://www.facebook.com/events/821180328392840/ (l’evento Facebook)

First anniversary… one year ago, in Sicily and precisely in Catania, a Jane Austen Book Club was born!

Some photos and articles for you to cherish!

L'immagine può contenere: una o più persone e disegno

Tutti invitati al compleanno del club!

Il Club di Jane Austen compie un anno.
Una eccellente occasione per stare insieme, festeggiare la nostra autrice preferita ricordando quello che abbiamo fatto e prendendo nuove energie e idee per il futuro.

Serata aperta a tutti in cui ci si potrà iscrivere e condividete insieme agli altri la passione per zia Jane…

Martedì 25 febbraio 2020 presso la Libreria Fenice di via Garibaldi 133 a Catania, a partire dalle ore 17.

L'immagine può contenere: cibo

La torta…

L'immagine può contenere: 3 persone, tra cui Alfredo Polizzano, persone sedute e spazio al chiuso

Alfredo Polizzano… e una piccola dolce bambolottosissima ospite!

L'immagine può contenere: 4 persone, persone che sorridono, persone sedute e spazio al chiuso

Reading Emma…

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Regency mode on…

L'immagine può contenere: una o più persone e persone sedute

La bambolottosissima Jane Austen!

L'immagine può contenere: cibo

Austen biscuits…

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi

L'immagine può contenere: 2 persone, tra cui Giovanna Sussinna, persone che sorridono, occhiali, primo piano e spazio al chiuso

Con Giovanna Sussinna…

Ed ecco cosa postavo un anno fa…

L’orgoglio si riferisce all’opinione che abbiamo di noi stessi, la vanità a ciò che vorremmo gli altri pensassero di noi.

JANE AUSTEN

http://www.lacivettapress.it/it/index.php?option=com_content&view=article&id=3588:la-libreria-fenice-di-catania-da-il-via-al-club-jane-austen&catid=17&Itemid=143 (il mio articolo per LA CIVETTA DI MINERVA).

 

Un nuovo anno che porta tantissime novità, molti progetti stanno per cominciare, come il nuovo Il Club di Jane Austen: Lettere e il Salotto Poetico: forza creatrice o distruttiva?
Gruppi di lettura alla Libreria Fenice continuano sempre più entusiasmanti e numerosi e molte “grosse” novità nei prossimi mesi. La nostra Fenice sta cominciando a volare alto!

 

https://www.facebook.com/events/590527161407974/ (l’evento Facebook)

Una nuova avventura da il via al primo Club di Jane Austen a Catania.
Un pomeriggio dedicato non solo agli appassionati della grande scrittrice inglese ma ad approfondire il “suo” mondo.

Un appuntamento mensile alla Libreria Fenice caratterizzato, di volta in volta, da un tema: dalla musica alla danza, dall’educazione all’etichetta, dalla storia alla politica, dalla società ai viaggi.
Ospite e guida su questo argomento sarà la scrittrice, docente e drammaturga, nonché appassionata di Jane Austen Maria Lucia Riccioli

Il primo incontro avrà per tema le lettere. Partendo dalla corrispondenza della Austen scopriremo come funzionava la corrispondenza nella sua epoca, e quanto fosse differente dalla nostra idea di “lettera”.
Preparate carta penna e calamaio: Si parte!

Vi aspettiamo tutti… e qui del materiale sul recital sulla Austen che ho allestito insieme all’amica pianista Donatella Motta…

Successo al Cineteatro Italia di Sortino per lo spettacolo VI PRESENTO JANE AUSTEN.

Io e Donatella Motta ci siamo tanto divertite ad impersonare Lizzy – oltre che Jane Austen – e Mr. Darcy!
Un plauso particolare non solo alla dottoressa Maria Sequenzia, della biblioteca comunale di Sortino intitolata ad Andrea Gurciullo, che ha voluto fortemente l’evento, ma anche alle colleghe del I Istituto comprensivo “G. M. Columba” di Sortino e ai loro alunni, oltre che al service, da elogiare per la professionalità.

I ragazzi hanno presentato delle schede – clip in PowerPoint da loro stessi realizzate e commentate – sull’autrice, il periodo storico in cui visse, le correnti culturali e artistiche che attraversarono il periodo tra Settecento e Ottocento in cui la Austen operò, sui suoi romanzi – e perfino recitato in inglese una parte di PRIDE AND PREJUDICE (un gustoso dialogo tra Mr. e Mrs. Bennet).

L’incontro è stato reso possibile dal Comune di Sortino in collaborazione con la Dirigente scolastica Dott.ssa Gloriana Russitto e la Dott.ssa Maria Immacolata Sequenzia, responsabile della Biblioteca comunale.

Referenti del progetto, le docenti Eloisa Manca, Roberta Pane, Liliana Passamonte, Antonino Reitano.

L’incontro è stato introdotto dagli interventi di Pia Parlato, presidente del Consiglio comunale, Sebastian Custode, assessore all’Istruzione, Maria Sequenzia, Roberta Pane e Lisa Manca.

Un ringraziamento doveroso alla professionalità di GieFFE Service – RCF Sound culture (audio – video – luci).

Ecco le parole della dottoressa Sequenzia:

Nel salotto di Jane Austen con la voce della scrittrice M.Lucia Riccioli e la musica del maestro Donatella Motta si sono celebrati le parole, la letteratura, i libri che non tramonteranno mai,
Grazie all’Amministrazione comunale, all’Assessore ai beni culturali Sebastian Custode, alla prof.ssa Lisa Manca, alla prof.ssa Roberta Pane, ai ragazzi del I° Istituto Comprensivo “G.M. Columba”.
Si è realizzato un progetto comune didatticamente formativo che, nel contempo, ci ha deliziati con una stupenda serata.

Grazie!

Incontro letterario-musicale al CineTeatro Italia a Sortino. L’evento è organizzato dal Comune di Sortino in collaborazione con la Biblioteca Comunale ”Andrea Gurciullo” e il ”1° I.C. ”G.M. Columba”.

https://allevents.in/provincia%20di%20siracusa/vi-presento-jane-austen/762078164002188

 

Uno splendido evento che coniuga comunità, scuola e cultura… grazie a Maria Sequenzia e Lisa Manca, oltre che alla Commissione cultura del Comune di Sortino, sindaco Vincenzo Parlato.

L’evento Facebook…

https://www.facebook.com/events/762078164002188/

Io e la pianista Donatella Motta siamo felici di riproporre il recital che ha debuttato lo scorso 11 luglio a Canicattini Bagni (SR)…

Ecco un flashback per chi se lo fosse perso… insieme ad altro materiale austeniano!

(Vedi anche il numero de LA CIVETTA DI MINERVA uscito il 30 giugno 2017).

Una splendida esperienza austeniana inserita in questo festival…

Risultati immagini per canicattini + austen

La Biblioteca Agnello ha organizzato interessanti attività per i bambini e gli adulti per un’estate all’insegna del divertimento e dei grandi temi culturali.

MARTEDÌ 11 LUGLIO
• ore 18.30: Aperitivo letterario musicale con Jane Austen, voce narrante Maria Lucia Riccioli, accompagnamento musicale Donatella Motta
MARTEDÌ 18 LUGLIO
• ore 16.00: Un’estate da giocare
GIOVEDÌ 3 AGOSTO
• ore 18.30: Aperitivo letterario con Pierpaolo Pasolini raccontato attraverso i colori e le fotografie, voce narrante Alessia Lorefice
VENERDÌ 11 AGOSTO
• ore 18.30: Presentazione del libro I doni degli Dei di Giusi Norcia, Verbavolant Edizioni.
• Proiezione del cortometraggio Qualcosa da dirti, vincitore premio “A corto di libri”
MARTEDÌ 22 AGOSTO
• ore 16.00: Un’estate da giocare

Duecento anni e non sentirli…

Sono trascorsi duecento anni da quel 18 luglio 1817, quando morì la grandissima scrittrice inglese Jane Austen.

Come vedete, la Biblioteca di Canicattini Bagni (SR) all’interno della propria programmazione estiva ha inserito un omaggio a Jane Austen!

Aperitivo letterario musicale con Jane Austen, voce narrante Maria Lucia Riccioli, accompagnamento musicale Donatella Motta.

L’omaggio a Jane Austen, nel secondo centenario della sua morte, è un evento a ingresso libero rivolto a tutti gli appassionati della Austen.
Se volete rivivere le parole di una delle più grandi scrittici della storia della letteratura non potete farvi sfuggire questa serata all’insegna della cultura e della figura femminile.

Un aperitivo concluderà l’incontro

Info
3343418435

https://www.facebook.com/events/687756681396678/?acontext=%7B%22ref%22%3A%2222%22%2C%22feed_story_type%22%3A%2222%22%2C%22action_history%22%3A%22null%22%7D&pnref=story (ecco l’evento Facebook)

Ecco qualche foto e un video del bellissimo pomeriggio letterario all’insegna delle eroine austeniane!

Grazie davvero alla dottoressa Paola Cappè per aver realizzato il nostro sogno… quello di omaggiare Jane Austen leggendo qualcuna delle sue pagine e immergendoci nell’atmosfera musicale dell’epoca Regency…

Maria Lucia Riccioli voce narrante e Donatella Motta pianista protagoniste alla Biblioteca Agnello di Canicattini Bagni per l’omaggio a Jane Austen.

Ieri pomeriggio una fantastica rilettura di Jane Austen realizzata da Maria Lucia Riccioli accompagnata al pianoforte da Donatella Motta.
Interpretazione originale , interessante , coinvolgente,
Bravissime !!!!

SILENT WORSHIP, di G.F. Haendel… quale pezzo migliore per parlare di EMMA?

Ringrazio della presenza Tiziana Urso (le amiche di Facebook esistono davvero e vengono a trovarti! Molto orgogliosa, ma con pochi pregiudizi 😉 ) e Maria Sequenzia, oltre ai meravigliosi ragazzi del servizio civile…

E adesso altro materiale che mi riguarda a proposito di una delle mie autrici del cuore…

Lady Susan

Su LETTERATU abbiamo ricordato la grandissima Jane Austen con la mia recensione di LADY SUSAN, romanzo epistolare giovanile della scrittrice, nata il 16 dicembre 1775.

E poi, tanto per rinfrescarci la memoria, un articolo mio dell’anno precedente:

IL COMPLEANNO DI JANE

La canonica era immersa nel silenzio. Il verde pendio sul retro della casa era una coltre buia e fredda.

La ragazza rabbrividì e ravvolse la coperta più strettamente sulla vestina da notte.

Ancora poche ore e il sole sarebbe sorto sul giorno del suo compleanno.

Riusciva quasi a vederli, il babbo e la mamma, sorpresi ma non troppo di trovarla alzata di buon mattino, pronti a darle il bacio d’augurio. Cassy avrebbe fatto un pudding o una delle sue torte fantasia. E la giornata sarebbe trascorsa così, tra una canzone al pianoforte, uno scherzo dei suoi fratelli, le faccende domestiche, il sermone di papà ancora da scrivere, la casa da preparare per i giorni di festa di là da venire. Bel giorno, il 16 dicembre, per venire al mondo. Troppo freddo per uscire e il Santo Natale alle porte.

Un tempo ideale per leggere. Finirò Gilpin. O meglio la Barney.

Ma non si era alzata per terminare l’ennesimo libro.

I quaderni reclamavano la sua attenzione.

Intinse la penna nella boccetta d’inchiostro e per un tempo indefinito – si fece giorno, il sole filtrò dalla siepe e batté alla finestra per augurarle buon giorno e buon compleanno, il reverendo Austen la vide intenta a scrivere e le carezzò la testa prima di abbracciarla – non ebbe più freddo né sonno, né riuscì a pensare al ballo di Natale o alla torta di Cassandra, alla mamma che le avrebbe rimproverato l’alzataccia.

Era a Lesley Castle, riviveva le avventure di “Love and Freindship”, palpitava per Catherine. Riandava con gli occhi e la mente ai suoi primi imparaticci e affrontava i nodi delle nuove storie.

Aveva iniziato per divertire se stessa, Charles e tutti gli Austen, e non aveva intenzione di smettere.

ACQUISTATE IN EDICOLA “LA CIVETTA DI MINERVA” DEL 30 GIUGNO!

TROVERETE ANCHE UN MIO ARTICOLO SULLA AUSTEN…

Due parole sulla Biblioteca “Giuseppe Agnello” di Canicattini Bagni (SR)…

L’evento su Jane Austen è stato fortemente voluto dalla dottoressa Paola Cappè, impegnata nel diffondere l’amore per i libri e la lettura (basti pensare alla recente premiazione al Salone del Libro di Torino nella sezione soggetto della nona edizione di A corto di libri del corto Qualcosa da dirti di Francesco Cultrera girato proprio nella biblioteca Agnello di Canicattini Bagni.

Ecco il link al video…

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=3&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwjD2-7ukfnUAhXIKlAKHftdBFsQtwIINDAC&url=https%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DqMgN8PiKaNo&usg=AFQjCNEbcSHnKxK2oV2gGMgZu2YTLxbGwg

L'immagine può contenere: il seguente testo "In con Austen signorina capitano avventure proprio villaggio deve andarsele cercare altrove Abbey") viaggi in epoca Regency con Maria Lucia Riccioli poi... preparate penna e calamaio: scriveremo insieme delle cartoline da Siracusa! Siracusa! venerdì 19.00 in collaborazione con Libreria Fenice di Catania ei club di Jane Austen"

E infine ma non ultimo, l’incontro presso Casa VerbaVolant, la meravigliosa struttura ricettiva a tema scrittura, dedicato a Jane e alle vacanze!

Siracusa che legge… on line

Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

Siracusa che legge… on-line”, la Biblioteca comunale non si ferma, continuano gli incontri con gli autori, ma online.
Prossimamente vi comunicheremo le date.

Il Sistema Biblioteca Siracusano (SBS) di cui la Città di Siracusa è comune capofila, mette a disposizione dei propri utenti, dei cittadini che ne facciano richiesta iscrivendosi al prestito, la possibilità di noleggio di un film su un catalogo di 400 titoli, tramite la piattaforma on-line MLOL attraverso la quale SBS eroga il prestito e l’edicola digitale.
Il servizio consente di poter scegliere un film da vedere e funziona come un noleggio: l’utente sceglie il film, scarica il link col quale poterlo vedere in streaming, ed ha 24 ore di tempo per vederlo, dopo di che il film non è più disponibile. Il servizio è per l’utente assolutamente gratuito.
E’ possibile noleggiare tre film al mese.

RICORDIAMO A TUTTI I NOSTRI UTENTI E ANCHE A QUELLI CHE NON LO SONO CHE DATA L’ATTUALE SITUAZIONE EMERGENZIALE DI CHIUSURA DELLE BIBLIOTECHE AL PUBBLICO, E’ POSSIBILE EFFETTUARE L’ISCRIZIONE REMOTA DEGLI UTENTI SENZA PASSAGGIO IN BIBLIOTECA ALLA PIATTAFORMA MLOL PER L’ACCESSO AL DIGITAL LENDING ( PRESTITO DIGITALE) DI EBOOK, QUOTIDIANI E PERIODICI.
SARA’ SUFFICIENTE INVIARE A SEGRETERIA.BIBLIOTECA@COMUNE.SIRACUSA.IT UNA COPIA DEL PROPRIO DOCUMENTO DI IDENTITA’ E DEL CODICE FISCALE, IL NUMERO DI TELEFONO E PROPRIO INDIRIZZO EMAIL
.”Lettura, famiglia e ritmi lenti. La quarantena ci protegge e fa bene”
SI COMUNICA AGLI UTENTI CHE QUALORA NON FOSSERO IN GRADO DI PRODURRE LA SCANSIONE DEI DOCUMENTI RICHIESTI PER L’ISCRIZIONE IN BIBLIOTECA E ALLA PIATTAFORMA DIGITALE MLOL POTRANNO INVIARE I DATI DEL DOCUMENTO DI IDENTITA’ : TIPOLOGIA, NUMERO E DATA DI SCADENZA E IL CODICE FISCALE. OVVIAMENTE CI AFFIDIAMO ALLA RESPONSABILITA’ DEGLI UTENTI CHE FORNIRANNO DATI CERTI.

Un libro al giorno… Maggio

Tag

, , ,

Immagine

Rilancio in Italiano la simpatica iniziativa di The Borough Press…

Sick of the sight of the same four walls? Which fictional house do you wish you were locked down in? #ABookADay

Stanchi di vedere le solite quattro mura? In quale dimora di fantasia vorreste trascorrere la quarantena?

Siamo al 6 maggio e la domanda di oggi è naturalmente la 6, ma le traduco tutte:

  1. Il mio compagno letterario di quarantena
  2. Il libro che mi ha sorpreso di più
  3. Il libro che ho maggiormente riletto
  4. Il miglior libro ambientato in una galassia lontana, molto lontana
  5. La mia serie letteraria preferita
  6. La casa di fantasia dove vorrei trascorrere la quarantena
  7. Il mio amore letterario di sempre
  8. Il mio romanzo preferito ambientato durante la II guerra mondiale
  9. La mia cena letteraria preferita
  10. Il libro con la migliore madre letteraria
  11. Il primo libro che ho davvero amato
  12. L’animale letterario che desidererei avere
  13. Il libro che mi ha insegnato di più
  14. I parenti migliori in letteratura
  15. Un libro che mi ha terrorizzata da piccolo
  16. La festa più selvaggia della letteratura
  17. La più bella scena di sport nei libri
  18. Un libro che regalo a tutti
  19. #Squadgoals – La migliore amicizia letteraria
  20. Il mio percorso letterario preferito
  21. La più bella scena d’amore in letteratura
  22. Il mio colpo di scena preferito (niente anticipazioni!)
  23. Un libro che mi ha spinto a diventare una persona migliore
  24. La mia nemesi letteraria
  25. La perfetta lettura per un giorno di vacanza+
  26. La famiglia letteraria da cui vorrei essere adottata
  27. Un libro che non presterei a nessuno
  28. Il mio insegnante letterario preferito
  29. Il primo libro che mi ha spezzato il cuore
  30. Il mio libro preferito in traduzione
  31. Un libro dal finale perfetto

Per me la 6 naturalmente è Pemberley, ma da Mrs Darcy.

Però, come mi ricordano gli amici di The Borough Press, mi dovrò mettere in fila.

😀

A

piace il tuo Tweet

Pemberley. As Mrs Darcy. 😉 twitter.com/BoroughPress/s
You’ll have to join the queue after

#ABookADay

Cita Tweet

La bananottera e… Il Maggio dei libri 2020!

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Nessuna descrizione della foto disponibile.

La Psicologia in Pillole – Eleonora Mangano Psicologa
17 h ·
#NoraLab #maggiodelibri #labonline #laBananottera
#ioleggodacasa #restiamoacasa #letturacreativa #infanzia
Pronti per una nuova avventura?
In occasione della campagna nazionale “Il maggio dei libri”, i NoraLab saranno disponibili online, con la formula di sempre: Lettura + Laboratori creativo a tema.
Potrete partecipare in compagnia dei vostri genitori o di fratelli e sorelle.
Età consigliata: dai 3 ai 10 anni.
Primo appuntamento con la lettura de “La Bananottera” di Maria Lucia Riccioli, illustrato da Monica Saladino edito da VerbaVolant edizioni
“Mi chiamo Nana.
Sono una balenottera.
– Ma l’avete vista? – esclamano tutti gli abitanti del mondo marino.
Sono gialla.
Mi chiamano la bananottera.”
La storia di una balena che parla ai bambini del valore della #diversità e dell’importanza della #cooperazione con uno sguardo attento alla #tutela dell’ #ecosistemamarino
Vi aspetto online Domenica 10 Maggio dalle 17.00 alle 18.00
Avete tempo fino a Venerdì 8 per iscrivervi.
Per la parte creativa del lab, dovrete procurarvi: mollette di legno da bucato, bastoncini di legno o stecchini per spiedini, fogli o cartoncini bianchi (e anche gialli) e colori, forbici e colla vinilica.
Come iscriversi al laboratorio?
Al momento dell’acquisto, vi verrà inviata una conferma della prenotazione.
Una volta effettuata l’iscrizione, dovrete collegarvi da pc 💻 tablet o smartphone 📱 alla piattaforma, seguendo il link che vi verrà inviato.
La lettura potrà essere seguita attivando audio e video.
L’acquisto del lab si paga con carta di credito, seguendo la procedura indicata all’atto dell’iscrizione.
Costo del laboratorio € 6.00
Per info e prenotazioni📱328.8237340

L'immagine può contenere: 1 persona, schermo

Pronti per il collegamento delle 17.00 su Skype?
Con me ci saranno la balenottera Nana, la scrittrice del libro, mio figlio, le bambine e i bambini che si sono iscritti al lab, le loro famiglie.
Sarà divertente leggere insieme e creare un ambiente marino a misura di Nana…

L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano

Ecco il resoconto di Eleonora Mangano:

I #laboratori di lettura creativa per #bambini che curo da anni, si sono adattati all’emergenza sanitaria e sono passati alla modalità #online.
C’è voluto tempo per organizzarmi.
Non ho iniziato durante il #lockdown, quel momento di caos in cui gli #adulti dovevano insegnare ai bambini a star seduti davanti a pc o tablet a seguire le lezioni con i docenti e ad imparare ad interagire con i #coetanei attraverso uno schermo. In questa fase, l’unica cosa sensata che ho deciso di fare è stata quella di creare dei brevi #video con delle letture da ascoltare e vedere (cosa che stanno facendo in molti).
Appena entrati nella #fase2, ho sentito che potevo fare uno scatto in avanti e proporre anch’io gli #incontri online, anche se ho pensato che i bambini non ne volessero sapere di stare connessi anche la #domenica pomeriggio.
Invece, con piacevole sorpresa sono arrivate le iscrizioni e questa volta la dimensione online ha permesso di connettere #persone nettamente #distanti geograficamente ma #unite dalla passione per la #lettura.
Padova, Trapani, Palermo, Novara, la mia Sant’Agata e i suoi dintorni.
Non solo bambini, fratelli e sorelle, ma anche mamme e papà, nei salotti di casa e nelle camerette, per riscoprire il piacere di ascoltare insieme le storie.
E poi il divertimento nel creare in maniera sincrona e a distanza i piccoli gadget a tema.
Tutti ad ascoltare la storia di Nana, una #balena tutto gialla come una banana, tanto da conquistarsi il titolo di #Bananottera.
Questa storia ci insegna l’importanza di #accettare gli altri anche se diversi da noi.
Ci fa conoscere le #specie che popolano il mare e ci ricorda di preservare l’ #ecosistema marino.
Ultima, ma non per importanza, la sorpresa di aver collegata con noi

Maria Lucia Riccioli

l’ #autrice del libro che ci ha raccontato qualcosa in più della storia.

Oggi, posso dire con soddisfazione #buonalaprima
Stay tuned 😎
L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e spazio al chiuso
L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e spazio al chiuso
Lettura e laboratorio… Nana viaggia e nuota!
Nessuna descrizione della foto disponibile.

Altre notizie su LA BANANOTTERA…

L'immagine può contenere: testo

Ringraziamo Francesco Giuliano di Ibledicola a Sortino (SR):

L'immagine può contenere: spazio al chiuso

Pia Parlato: A Sortino da Ibledicola tanti libri VerbaVolant Edizioni da leggere per i vostri bambini e ragazzi…e anche per gli adulti🤩 — con Francesco Giuliano e Elio Cannizzaro
Iscrivetevi alla newsletter di VerbaVolant edizioni per le novità, le offerte e… tante sorprese! Andate sul sito della casa editrice e troverete una sezione con su scritto ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER.
Ecco qualche post precedente… sulla nostra e mia bananottera.

Buon giorno amici e buon Banana day! 🍌
Abbiamo scoperto che nelle università americane oggi si celebra il Banana Day, è un pò un mix tra un pesce d’aprile ed un halloween ma a tema Banana. Si mangia, si beve e ci si veste da #banana! 😃
Non potevamo che celebrare questa ricorrenza con dei banana biscotti fatti con i nostri bellissimi stampini!🤩
.
I’m completely #bananas about you!
Sono pazza di te!
.
#biscottidolce3d #cookiesdolce3d
#bananaday #biscottipersonalizzati #biscottifattincasa #biscottifattiincasa #biscottidecorati #biscotti #stampiniperbiscotti#dolcezzeinforno #colazione #colazioneitaliana # merenda #dolce #yummi #lievito #impastare #dolcichepassione#ghiacciareale #cookiescutters #cookiecutters #cookies #cookiesofinstagram #cookiesdesing #coockingwithlove#instasweet #instafood #sweetcookies

View this post on Instagram

Buon giorno amici e buon Banana day! 🍌 Abbiamo scoperto che nelle università americane oggi si celebra il Banana Day, è un pò un mix tra un pesce d'aprile ed un halloween ma a tema Banana. Si mangia, si beve e ci si veste da #banana! 😃 Non potevamo che celebrare questa ricorrenza con dei banana biscotti fatti con i nostri bellissimi stampini!🤩 . I'm completely #bananas about you! Sono pazza di te! . #biscottidolce3d #cookiesdolce3d #bananaday #biscottipersonalizzati #biscottifattincasa #biscottifattiincasa #biscottidecorati #biscotti #stampiniperbiscotti#dolcezzeinforno #colazione #colazioneitaliana # merenda #dolce #yummi #lievito #impastare #dolcichepassione#ghiacciareale #cookiescutters #cookiecutters #cookies #cookiesofinstagram #cookiesdesing #coockingwithlove#instasweet #instafood #sweetcookies

A post shared by Stampini per Biscotti (@dolce3d_italia) on

Direi che grazie agli amici di @dolce3d abbiamo fatto una bananosa scoperta…

Nana, la mia dolce bananottera gialla, oggi festeggia!

Ecco altro materiale sul mio libro… per eventi e notizie meno recenti date un’occhiata al mio blog!

Lo scaffale indipendente

Le meravigliose illustrazioni di Monica Saladino…

Libri in pillole: la storia della “Bananottera” coraggiosa

la bananottera

Libri in pillole” è la rubrica a cura di Eleonora Mangano, psicologa siciliana che si occupa di genitorialità e organizza laboratori per i più piccoli (La Psicologia in pillole). Questa volta racconta la storia di una balenottera coraggiosa, “La Bananottera” di Maria Lucia Riccioli, un libro illustrato da Monica Saladino e pubblicato da VerbaVolant Edizioni. Dal sito della casa editrice è possibile scaricare un ebook in pdf con giochi e approfondimenti. Uno strumento che vuole essere anche un prezioso ausilio didattico per le maestre o per i genitori più attenti.

Mi chiamo Nana.
Sono una balenottera e sono tutta gialla (come una banana).
– Ma l’avete vista? – esclamano tutti gli abitanti del mondo marino.
Mi chiamano la bananottera.
ndr. Si tratta di una parola macedonia, “addizione” di parole e concetti resa visivamente: banana + balenottera = bananottera

Gli altri abitanti del mare non sembrano disposti ad accettare Nana senza farsi domande.
Come i bambini, attenti osservatori hanno notato qualcosa di diverso e per comprenderlo e accettarlo hanno bisogno di tempo, di farsi domande e di trovare risposte anche grazie agli adulti. Questa è la storia di una balena che parla ai bambini del valore della diversità e dell’importanza della cooperazione, con in più uno sguardo attento alla tutela dell’ecosistema marino.

Tutti i protagonisti del libro insieme verso il finale a fare gruppo e a lottare per una giusta causa. Nana ci ricorda anche che esiste un mondo nel fondo del mare che merita di essere curato e preservato.

«Sulla terra ora si direbbe “C’era una volta” e la storia sarebbe divisa in capitoli. In fondo al mare però è diverso: le storie sono divise in sbuffi e ogni creatura le inizia a modo suo».

Una fiaba da leggere fino all’ultimo “sbuffo”.
Una favola delicata per parlare di coraggio e accettazione.

Grazie ad Eleonora Mangano!

😉

Vi posto altro materiale sul mio libro, legato alle iniziative di VerbaVolant edizioni in questo strano tempo di quarantena…

Dal momento che la nostra iniziativa video sta raccogliendo un buon successo abbiamo pensato di estenderla – con un piccolo concorso – anche a tutti voi, che ci conoscete e ci seguite. Se vi va, dunque, potete inviarci un vostro video, ispirato o meno ai libri di VerbaVolant, ma che rientri nello spirito dell’iniziativa #StiamoInCasaVerbaVolant. Pubblicheremo i più belli sulle nostre pagine social, e chi ce li ha mandati riceverà – al termine dell’iniziativa – un titolo a sorpresa del nostro catalogo.
Per maggiori info contattateci!

Adesso anche su YouTube!

https://www.facebook.com/pg/VerbaVolant-edizioni-451343218236005/shop/?rt=38

https://www.facebook.com/casaverbavolant/

In questo momento di pausa forzata – anche se rimanere a casa è bello, per tanti versi -, suggerimenti per tante belle attività e letture…

#StiamoInCasaVerbaVolant #100annigiannirodari #100rodari #100giannirodari

https://www.youtube.com/channel/UCeYTi29A1_0o_GXB3acuZfg?fbclid=IwAR3TUZGa6kIKhWWzaNFYjBou5h2kwjEHBioT1G0oFQzLj21oPzcZFZGbP-I

Ecco il Palinsesto di Letture ad alta voce per adulti e bambini, il calendario delle letture e degli eventi online degli editori e dei librai in quarantena letteraria, CONSULTA TUTTI GLI APPUNTAMENTI su > > > http://www.glifo.com/it/palinsesto-letture-ad-alta-voce
Ci sono appuntamenti online ogni giorno, di mattina e di pomeriggio. State a casa con noi! Visualizzate e condividete questa importante risorsa collettiva!
Hanno partecipato: Edizioni Black CoffeeLibreria & Family Bar CarabàCasaSirio EditoreDudi libreria per bambini e ragazziLibreria FaiduttiGiulio Perrone EditoreGlifo EdizioniEdizioni KalósEditrice Il CastoroFunambolo Edizioniil PalindromoLa Libreria dei Ragazzi – Pagina ufficialeLèggere Leggére (libreria), Libo’ Libreria Dei Ragazzi E Degli Errorimarcos y marcosMarotta&Cafiero editoriVerbaVolant edizioni.

Un simpatico video pescato in rete… guardate la parete della cameretta!

 

Lucia patrona di Siracusa

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

http://www.lacivettapress.it/it/index.php?option=com_content&view=article&id=4307:lucia-luce-e-patrona-di-siracusa&catid=69:chiesa-e-dintorni&Itemid=200

Dianzi, ne l’alba che procede al giorno, / quando l’anima tua dentro dormia, / sovra li fiori ond’è là giù addorno / venne una donna, e disse: “I’ son Lucia; / lasciatemi pigliar costui che dorme; / sì l’agevolerò per la sua via”. / Sordel rimase e l’altre genti forme; / ella ti tolse, e come ‘l dì fu chiaro, / sen venne suso; e io per le sue orme. / Qui ti posò, ma pria mi dimostraro / li occhi suoi belli quella intrata aperta; / poi ella e ‘l sonno ad una se n’andaro.

Così padre Dante nel IX canto del Purgatorio, ai vv. 52-63, a testimoniare letterariamente la devozione personale ed ecclesiale alla Santa di Siracusa, icona della Grazia illuminante, Lux Christi, che è ritratta anche nella sua dimensione di donna dallo sguardo salvifico e bellissimo nel particolare degli occhi, molto più che un simbolo.

Quest’anno ricorre il 285esimo anniversario del prodigioso sudore della statua marmorea di Santa Lucia, custodita nel tempietto della Basilica Santuario di Santa Lucia al Sepolcro di Siracusa.

Questo il programma delle celebrazioni: il 6, 7 e 8 maggio alle ore 18, la recita della coroncina a Santa Lucia, alle 18.30 la Santa Messa e a seguire l’adorazione e la preghiera a Santa Lucia. Alle 21 di giorno 8 maggio, alcuni studiosi – Dario Bottaro, Michele Romano e Tiziana Ricciardi dell’ispettorato dell’Ispettorato per le Catacombe della Sicilia Orientale – Pontificia Commissione di Archeologia Sacra – ripercorrono invece il miracolo avvenuto durante l’assedio del 1735, analizzando le testimonianze dell’epoca, in uno speciale sulle caratteristiche architettoniche, artistiche e archeologiche di quanto giunto fino a noi. Il tutto può essere seguito in diretta streaming sui canali social della Basilica Santuario (pagina Facebook e YouTube).

Domenica 10 maggio, che tra l’altro è il giorno dell’ottava della festa del patrocinio, sarà effettuata la benedizione del cotone – che verrà posto a contatto della statua di Gregorio Tedeschi protagonista del fenomeno prodigioso del sudore, testimoniato da frati e laici durante un processo appositamente istruito.

Particolare quindi la festa di quest’anno, sia nella Basilica Santuario che in Cattedrale, a causa del coronavirus: abbiamo tutti negli occhi il volo di domenica scorsa del colombo Lorenzo, che quasi in rappresentanza di tutti i suoi fratelli alati ha salutato l’affaccio – se così si può definire – del simulacro di Santa Lucia, recentemente restaurato dalla scuola del Beato Angelico. Intensa la preghiera del vescovo in una Piazza Duomo vuota di fedeli, a ricordare il patrocinio della Santa sperimentato tra l’altro in occasione della carestia del 1646, che diede origine alla festa di maggio, “sarausana” come e forse più della festa del 13 dicembre, giorno invece del dies natalis della Santa, ovvero del martirio.

Concludiamo con un brano della coroncina a Santa Lucia, più che mai attuale in tempo di pandemia: “Dolce respiro sei del viver nostro, / deh! non soffrir che mai di peste infetta / gema la patria tua, Vergine eletta, /fugga dai lidi suoi sì fiero mostro”.

La festa di Maggio è quella del patrocinio di Lucia, che nel 1646 salvò la sua Siracusa dalla carestia…

Data l’emergenza dovuta al coronavirus, i festeggiamenti saranno purtroppo solo on line.

https://www.facebook.com/events/541841676525467/?active_tab=about

 

Una delle cose di cui sono più felice e fiera insieme: avere inciso questo inno di Salvatore Cannizzaro e Angelo Garofalo… Tra le voci, Sara Fiore e il carissimo amico Alberto Genovese. Indimenticabile la giornata dell’arrivo del corpo della Santa, quando gli altoparlanti accolsero con questo inno il ritorno di Lucia nel porto grande della sua Siracusa. Grazie davvero a chi ha postato l’inno.

Il cd nel quale è contenuto il brano costituisce un omaggio alla chiesa siracusana.

http://amicisantalucia.blogspot.it/2006/12/22-dicembre-2004-2006-2-anniversario.html (qui altre notizie non solo sul CD ma su Santa Lucia)

Con un cuore giovane
hai sfidato questo mondo
accogliendo nel tuo cuore
la Parola di Cristo Gesù.

Benedetta sei Lucia
come luce risplendi tra noi
guida questo tuo popolo
a donarsi a Cristo Gesù.

Con un cuore giovane
hai lasciato tutti i beni
e li hai donati ai poveri
vera immagine di Gesù.

Benedetta …

Con un cuore giovane
hai difeso la tua fede
proclamando la Parola
che lo Spirito suscita.

Benedetta …

Con un cuore giovane
hai immolato la tua vita
e ora vivi nella gloria
che Gesù ha promesso a noi.

Benedetta …

Benedetta sei tu, Lucia!

(testo: Angelo Garofalo; musica: Salvatore Cannizzaro)

Era il 22 Dicembre dell’Anno Luciano 2004: il Corpo di Santa Lucia, dopo aver trascorso una magica ed indimenticabile settimana perennemente circondato dall’amorevole compagnia e venerazione dei Suoi concittadini siracusani e di moltissimi altri devoti e pellegrini, ripartiva dalla Sua dilettissima patria Siracusa – per tornare nella Chiesa dei Santi Lucia e Geremia in Venezia -, salutato da tutto il popolo, unanimemente commosso, con l’inno appositamente composto per quell’anno giubilare siracusano.

Ecco invece il testo dell’inno precedente, molto più antico…

Salve, o Bella e celeste Eroina,
circonfusa d’eterno splendore!
Tu sei colma di Grazia divina
Tu sei vita e dolcezza del core.

O Lucia dal ciel ci difenda
dal nemico che già ci ferì!
Siracusa rinasca e risplenda
della gloria dei Santi di un dì. (X 2)

Nella Sicula terra dei Santi
Tu risplendi di luce radiosa;
i tuoi figli devoti e festanti
o Lucia proteggi pietosa. Rit

http://amicisantalucia.blogspot.it/

Ecco il link ad un blog molto interessante sulla Santa…

6, 7, 8 maggio… si rinnova la memoria del prodigioso sudore di Santa Lucia…

Qui in streaming tutte le notizie e le celebrazioni.

https://www.facebook.com/Basilica-Santuario-S-Lucia-al-sepolcro-Sr-1787048968239980/